Windows Embedded Compact 7 – Hands On (Parte 1) : Download ed installazione della Public CTP

Inizia una serie di articoli con i quali vedremo come eseguire il download, l’installazione, la scoperta delle nuove funzionalità ed il relativo utilizzo della versione Public CTP di Windows Embedded Compact 7 ed ovviamente del relativo plugin Platform Builder 7 per Visual Studio 2008.

Per poter eseguire il download è necessario effettuare la seguente procedura :

  1. Creare un nuovo account Windows Live ID se non ne possediamo già uno;
  2. Collegarsi alla Connection Directory della Microsoft, accedere con il Windows Live ID a nostra disposizione ed eseguire la ricerca di un prodotto, inserendo il testo “Windows Embedded Compact 7”;
  3. Il risultato mostrerà il link alla pagina dedicata alla versione Public CTP di Windows Embedded Compact 7, all’interno della quale troveremo la sezione Download;
  4. Eseguire il download di tutti i file .zip e z0X mostrati (circa 8 GB in totale);

Una volta terminato il download, è possibile estrarre il contenuto partendo dal file .zip.

Alla procedura precedente, aggiungiamo anche il download di Virtual PC 2007 al seguentelink, che sarà necessario per utilizzare Windows Embedded Compact 7 su un target emulato del tipo Virtual CEPC (rispetto alle versioni 5.0 e 6.0, l’emulatore non è più basato su piattaforma ARM ma su x86).

Come riportato nelle “Release Notes” associate, i requisiti per l’installazione sono i seguenti :

Hardware

  • Circa 55 GB di spazio su disco;
  • Minimo : CPU 1.6 Ghz, 384 MB RAM, display 1024 x 768, hard disk da 5400 rpm;
  • Raccomandato : CPU 2.2 Ghz o superiore, 1024 MB RAM o superiore, display 1280 x 1024, hard disk da 7200 rpm o superiore;
  • Nel caso di Windows Vista : CPU 2.4 Ghz, 768 MB RAM;

Sistema operativo

  • Windows XP SP2;
  • Windows Server 2003 Service Pack 1;
  • Windows Server 2003 R2;
  • Windows Vista;
  • Windows Server 2008;

Requisiti software

  • Visual Studio 2008 SP1 (una versione Trial 90-giorni è disponibile qui);
  • Expression Blend 3 (per i tools Windows Embedded Silverlight);
  • .Net Framework 3.5;
  • Non deve essere installata alcuna versione precedente di Windows CE (5.0, 6.0);

A questo punto avviamo il setup lanciando il file “Windows Embedded Compact 7.exe”, che presenterà la schermata per l’avvio dell’installazione.

8787.wce7_install_step1_thumb_42D61DBD

Nella schermata successiva accettiamo le condizioni relative alla licenza di utilizzo del prodotto.

7585.wce7_install_step2_thumb_72B0BF7E

A questo punto dobbiamo scegliere tra installazione FULL oppure CUSTOM ed il percorso di installazione. Per quanto riguarda quest’ultimo, personalmente preferisco lasciare quello di default per una continuità con il passato. Per quanto concerne la modalità di installazione, consiglio di scegliere quella CUSTOM, in modo da poter selezionare le BSP da installare anche in relazione allo spazio disponibile sul proprio hard disk (considerando che possiamo arrivare anche a circa 55 GB con un’installazione completa).

3580.wce7_install_step3_thumb_50E4E6ED

Verranno visualizzati i componenti da selezionare. Ovviamente il plugin Platform Builder 7 per Visual Studio 2008 è necessario, mentre possiamo decidere quali BSP installare. Consiglio di lasciare la BSP per x86 e di scegliere eventuali ulteriori BSP per architettura ARM o MIPS. La documentazione, il test kit e soprattutto i Silverlight Tools sono assolutamente consigliati. Questi ultimi, soprattutto per poter testare le nuove funzionalità offerte da Windows Embedded Compact 7 in termini di User Experience con Silverlight.

3377.wce7_install_step4_thumb_07DEC527

Viene mostrato un riepilogo dei componenti selezionati e che verranno installati.

7752.wce7_install_step5_thumb_3ACE558E

Finalmente l’installazione parte …

1738.wce7_install_step6_thumb_0B303702

L’installazione può durare circa un’ora, in relazione anche alle performance del PC su cui la stiamo eseguendo; al termine avremo la seguente schermata.

8611.wce7_install_step7_thumb_5787CAA3

In conclusione, riporto di seguito le principali novità e differenze rispetto alla versione precedente :

  • Supporto per le architetture ARMv6 ed ARMv7;
  • Virtual CEPC sostituisce il Device Emulator, per cui l’emulatore è su architettura x86 e non più su ARM;
  • Windows Filtering Platform : un set di API per creare applicazioni che possono filtrare i pacchetti di rete a più livello nello stack;
  • Supporto protocollo di autenticazione Kerberos;
  • Silverlight for Windows Embedded;
  • Non c’è più il supporto per l’architettura ARMv4i;
  • BSP fornite nell’OS Design Wizard:
    • 3DS_iMX27:  ARMv5
    • CEPC: x86
    • eBox 3300: x86
    • Freescale i.MX31 SDS: ARMv6
    • NEC NE1TB: ARMv6 MP
    • Samsung SMDK6410: ARMv6
    • Sigma Designs SMP8654: MIPS II, MIPS II FP
    • TI_EVM_3530: ARMv7
    • vCEPC: x86
  • Non c’è più il supporto per l’architettura di processori SH-4
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s